VILLA ARGENTINA: inaugurata sabato 26 gennaio la mostra fotografica "Coriandoli, fantasie di donne e colori" di Carlo Lari

Giovedì, 24 Gennaio, 2019

Già il titolo della mostra fotografica “Coriandoli, fantasie di donne e colori” di Carlo Lari è emblematico dei contenuti di una rassegna di immagini allestita a Villa Argentina che proietta il visitatore nella variopinta e festante dimensione del Carnevale di Viareggio.
La mostra, curata da Sergio Fortuna, inaugurata sabato 26 gennaio. alle 17.00, rimarrà aperta ad ingresso libero fino al 10 marzo.

A promuovere questa nuova rassegna espositiva accolta nello storico edificio di via Fratti recuperato dalla Provincia di Lucca, sono la stessa amministrazione provinciale, la Fondazione Carnevale di Viareggio e il Comune di Viareggio. La mostra, inoltre, ha l’adesione della Soprintendenza di Lucca e Massa Carrara e la collaborazione della Fondazione Banca del Monte, dell’Associazione Gennj Marsili e della Bottega della Cartapesta.

La lunga carrellata di immagini scattate da Carlo Lari, giocando sull’effetto mosso e sfocato della sua reflex, è un susseguirsi di scatti dinamici, che spaziano dai primi piani dei grandi carri ai dettagli di un vestito femminile, da una maschera a una cascata di coriandoli che cade dal cielo.

“L’artista – scrive la giornalista Claudia Tinelli pur non potendo restituire la musica assordante e le cascate di coriandoli, stordisce e confonde lo spettatore. Un carnevale il suo che preserva l’essenza. Un carnevale scomposto e ricomposto, che riserva un occhio di riguardo alla donna e alle sue molteplici potenzialità. La figura femminile, infatti, viene sempre inseguita dal fotografo e quindi l’obiettivo coglie gambe affusolate o  bocche color ciliegia in volti parzialmente celati. Le foto esaltano il desiderio di stupire, di ammaliare osando oltre il grigio quotidiano….. I lavori esposti testimoniano sempre la fuga dalla normale realtà e il visitatore si trova ad ammirare ripetute aurore boreali di stelle filanti. Un’esperienza diversa che trasforma le immagini carnevalesche in gonne di dervisci rotanti”.

“La produzione di Carlo Lari in questa serie - afferma Elda Torres, curatrice della gallery e della rassegna Foto & Foto del Caffè letterario Le Murate di Firenze - non arriva alla radicalità di rendere del tutto irriconoscibili gli oggetti rappresentati, piuttosto si serve del mosso, dello sfocato in modo quasi giocoso, in linea col tema del Carnevale, per ottenere fasci e onde di colori in movimento, fluidi di luce, macchie e linee grafiche con il risultato di immagini di estrema leggerezza e allegria, molto gradevoli a vedersi. La ricerca di Carlo Lari è indirizzata verso la fotografia astratta, la sua immagine è contrassegnata dalla forma fluida del segno prodotta dal movimento, e dal colore che assume così un ruolo preminente, con un risultato quasi pittorico”. 

Carlo Lari, viareggino, è stato promotore e critico per mostre ed eventi d'Arte sul territorio della Versilia, tra altre cose ha curato la rassegna internazionale di Pittura e Scultura a Villa Le Pianore di Camaiore (Lu), è stato Direttore Artistico del Circolo Culturale Gennj Marsili.
Da sempre appassionato di fotografia, avvia il suo percorso in questo ambito dopo l'incontro con apprezzati fotografi del territorio. Inizia con una documentazione sul paesaggio di S. Anna di Stazzema in memoria dei bimbi trucidati nell'agosto del 1944. E' presente nel documentario “I dimenticati”, di Niccolò Signorini sull'Ospedale Psichiatrico di Maggiano (Lu). Nel 2011 inizia a frequentare lo studio del fotografo Sergio Fortuna, attratto dalla poetica del surrealismo sprigionante dalla sua personalissima tecnica dei “tagli” e della composizione dell'immagine.
A Sergio Fortuna affida la cura e la stampa di ogni sua opera, iniziando così le prime importanti esposizioni personali. Tra queste: Immaginaria-Mente (Massarosa 2013); E state in via Fratt (Viareggio 2014); Astrazioni (Massarosa 2014); Carnevale (Firenze 2015); Am-Arti (Sarzana 2015); Incontro (Pietrasanta 2017); Vino & Arte (Camaiore 2018).

La mostra – ad ingresso libero – è visitabile fino al 10 marzo. Apertura tutti i giorni (tranne il lunedì) dal martedì alla domenica orario 10-13 e 15-18,30.

Info: 0584-1647600; e mail: musei@provincia.lucca.it o pagina Facebook “Villa Argentina Viareggio”. 

Mostra/evento di riferimento: 
"Coriandoli, fantasie di donne e colori" di Carlo Lari