A Villa Argentina si presentano i libri di Marisa Piccioli e Daniela Conti Benassi

Martedì, 14 Maggio, 2019

Doppia presentazione di libri domani – mercoledì 15 maggio - a Villa Argentina a Viareggio, alle 17.00, nell’ambito della rassegna “Di Mercoledì: Scrittori e lettori sulla terrazza di Villa Argentina”, promossa dalla Provincia di Lucca.
Nell’occasione, infatti, saranno presentate le raccolte poetiche “Intrecci nel tempo” di Marisa Piccioli e “L'ora del sole e della luna” di Daniela Conti Benassi, entrambi editi da Giovane Holden Edizioni

“Intrecci nel tempo” è una raccolta di poesie che attraversano come lampi il nostro pensiero e ci fanno riflettere sull'essenza di Dio, dell'uomo e della natura. Sono versi senza tempo, anche se scritti in questo secolo, nel terzo millennio; ma la storia si ripete e sempre più spesso l'uomo è contro l'uomo, abbandona con crudeltà i suoi simili al loro destino e li fa inghiottire nelle tenebre. La silloge è simbolicamente divisa in cinque sezioni: Immagini da guerre lontane, Intrecci, Tempo della maternità, Amore e Bucolica.

Marisa Piccioli è laureata in Pedagogia all'Università di Bologna. Ha conseguito un Master interuniversitario in sviluppo delle competenze cliniche nelle professioni educative e formative, poi il titolo di Counsellor presso il Centro bolognese di terapia della famiglia. Si è occupata di servizi educativi per l'infanzia, in qualità di pedagogista. Ha scritto e pubblicato articoli relativi alle esperienze realizzate presso i servizi educativi. Vive a Modena, con la famiglia. Lavora presso l'ufficio Istruzione. Con Giovane Holden Edizioni ha pubblicato I pulcini baldanzosi (2015), premio speciale Letteratura per l'Infanzia - Premio Letterario Internazionale Città di Cattolica-Pegasus Literary Awards VIII edizione e Sotto il fiume (2017).

“L'ora del sole e della luna”. L'individualità di ogni poeta e di ogni poesia consiste in un diverso modo di sentire, di interpretare le cose, e nei fattori di tale diversità rientra anche la specificità del sentire in quanto donne. Conti Benassi affresca una silloge in cui riversa il suo mondo, i suoi affetti, le sue malinconie, il suo dolore per la perdita di due persone a lei molto care, affronta l'abisso della sofferenza e dello sconforto. Versi dolci, amari e intrisi nel sale della vita per un banchetto di parole e sensazioni. Pensieri liberi, rose affidate al mare da carezzare senza aver paura di pungersi. Parole scritte di getto o ponderate, interconnesse o frammentate.

Daniela Conti Benassi, nativa di Rovigo da famiglia livornese giunta nel Polesine a seguito della guerra. Vive in Versilia, è laureata in Scienze Infermieristiche, ed ha dedicato la sua vita a chi soffre. Annovera tra le sue pubblicazioni la partecipazione ad alcune antologie: Habere Artem. Dedicato a…poesie per ricordare; Riflessi 48. M'illumino d'immenso; Favolando. Rosso. Li chiamanoanimali; Storie di immaginaria realtà. Ha ottenuto ottimi risultati in concorsi nazionali tra cui Giovane Holden, Stellina, Michelangelo e Città di Livorno; nel 2017 ha vinto nella sezione Poesia Inedita il premio tematico Streghe, Vampiri & Co. I. Con Giovane Holden ha pubblicato La vita è un'eterna poesia e L'ora del sole e della luna. Il titolo della sua prima silloge, La vita è un'eterna poesia è anche il suo motto.

 

Per informazioni : Tel. 0584-1647600
Villa Argentina,Via Fratti angolo Via Vespucci, Viareggio 
e.mail: musei@provincia.lucca.it